Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2017

MAI DIMENTICHERO'.

Immagine
Non dimenticherò mai i pensieri di ieri, 
rimasti per sempre pensieri 
e le gioie e i dolori e le spine 
che mi trafissero il cuore.

LE AURORE TRA I VENTI.

Immagine
Ogni anno che passa diventi sempre più bella. Come il tuo nome tra la brina del mattino. Ogni anno che passa la tua voce come la luce di una stella. Ogni anno che passa i tuoi capelli come le onde di un mare che non sa ancora dove andare. Ogni anno che passa i tuoi occhi brillano senza limiti e barriere. Sanno inseguire le luci del tramonto fino al sorgere del sole. Ogni anno che passa sempre più alta, dallo sguardo fiero e dai pensieri risvolti sinceri in un profumo di fieno. Ogni anno che passa ti guardo e rivedo il primo momento fatto di luci e aurore.
Riflessi di un mare diverso.

LE GIORNATE DEL MIO TEMPO.

Immagine
Le giornate del mio tempo, non sono fatte soltanto di ore.
Le giornate del mio tempo sono come tanti solchi di terra.
Ogni linea, un suono.
Ogni linea, un colore.
Ogni linea, un volto.
Ogni linea, un ricordo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Son fatte di aromi antichi, come spezie d’oriente.
Son fatte di dolci melodie, a volte leggere,
a volte incalzanti,
a volte insopportabili frastuoni.
Tante cose volute dal cuore.
Tante cose cercate lontane.
Tante cose cadute dal cielo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.


Son fatte di spine nel cuore, come pungenti parole.
Son fatte di dolci sorrisi, come le vetrine dei bar.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Le giornate del mio tempo sono come pagine al vento.
A volte volano in alto,
a volte ti sbattono in faccia,
a volte si posano accanto.
Tante cose sognate da tempo.
Tante cose perse per sempre.
Tante cose ritrovate per niente.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Non sono fatte soltanto di ore le giornate del mio tempo.

Ancora notte.

Immagino di essere al buio
con le lenzuola corte.
Forse è notte e se è notte
il sole si è disperso
come sono i mei pensieri.
Oggi non è più ieri
e non lo sarà domani,
perchè lei è come il tempo
che non sa mai rallentare.
È andata via
come fosse un vento a tradimento.
Forse la notte è un caricabatteria,
farnetica nel buio,
ma poi al mattino ti esorta:
Guardati attorno,
non tutte vanno di la.
Le panche delle attese
sono stazioni di servizio,
aspettano che ti giri
e che il vento la smetta
di essere impertinente.
Non è vero che il tempo è sfacciato,
a volte non sa di essere spacciato.
Mi sa che è ancora notte
e di te non sa cosa farsene.