mercoledì 26 febbraio 2014

L'ULTIMA PRIMAVERA.




Ieri non mi sembrava vero,
immaginavo un mondo sincero.
Bastava chiudere gli occhi,
le parole nel vento non erano per pochi.
Raccontavo del mentre, scrivevo del domani,
anche se la tua pelle era ancor più del nero.
Poi ho fatto un salto ed ho visto un altro,
saltare troppo in alto.
Stanco ho chiuso gli occhi, non mi sembrava vero.
Eppure non è autunno, quell'animo sincero,
incredulo di foglie aride
non crede a quel che vede.
Le cime e le siepi son tutte ormai spoglie.
Ho chiuso gli occhi, non è più primavera.

Se non mi risveglio, forse resto là.

Nessun commento:

Posta un commento