martedì 6 giugno 2017

INSPIEGABILE.


Sulla nostra strada
c'è sempre un vizio.
Quello di essere il contrario.
Quello di non voler
mai essere come l'altro.
Sostituendo persino il vento
con il dieci, il venti e il cento
qualsiasi desiderio
di ogni momento.

giovedì 30 marzo 2017

MAI DIMENTICHERO'.

Non dimenticherò mai i pensieri di ieri, 
rimasti per sempre pensieri 
e le gioie e i dolori e le spine 
che mi trafissero il cuore.

mercoledì 22 marzo 2017

LE AURORE TRA I VENTI.



Ogni anno che passa
diventi sempre più bella.
Come il tuo nome
tra la brina del mattino.
Ogni anno che passa
la tua voce
come la luce di una stella.
Ogni anno che passa
i tuoi capelli
come le onde di un mare
che non sa ancora dove andare.
Ogni anno che passa
i tuoi occhi brillano
senza limiti e barriere.
Sanno inseguire
le luci del tramonto
fino al sorgere del sole.
Ogni anno che passa
sempre più alta,
dallo sguardo fiero
e dai pensieri
risvolti sinceri
in un profumo di fieno.
Ogni anno che passa
ti guardo e rivedo
il primo momento
fatto di luci e aurore.

Riflessi di un mare diverso.

sabato 18 marzo 2017

LE GIORNATE DEL MIO TEMPO.

Le giornate del mio tempo, non sono fatte soltanto di ore.
Le giornate del mio tempo sono come tanti solchi di terra.
Ogni linea, un suono.
Ogni linea, un colore.
Ogni linea, un volto.
Ogni linea, un ricordo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Son fatte di aromi antichi, come spezie d’oriente.
Son fatte di dolci melodie, a volte leggere,
a volte incalzanti,
a volte insopportabili frastuoni.
Tante cose volute dal cuore.
Tante cose cercate lontane.
Tante cose cadute dal cielo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.


Son fatte di spine nel cuore, come pungenti parole.
Son fatte di dolci sorrisi, come le vetrine dei bar.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Le giornate del mio tempo sono come pagine al vento.
A volte volano in alto,
a volte ti sbattono in faccia,
a volte si posano accanto.
Tante cose sognate da tempo.
Tante cose perse per sempre.
Tante cose ritrovate per niente.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Non sono fatte soltanto di ore le giornate del mio tempo.

venerdì 3 marzo 2017

Ancora notte.

Immagino di essere al buio
con le lenzuola corte.
Forse è notte e se è notte
il sole si è disperso
come sono i mei pensieri.
Oggi non è più ieri
e non lo sarà domani,
perchè lei è come il tempo
che non sa mai rallentare.
È andata via
come fosse un vento a tradimento.
Forse la notte è un caricabatteria,
farnetica nel buio,
ma poi al mattino ti esorta:
Guardati attorno,
non tutte vanno di la.
Le panche delle attese
sono stazioni di servizio,
aspettano che ti giri
e che il vento la smetta
di essere impertinente.
Non è vero che il tempo è sfacciato,
a volte non sa di essere spacciato.
Mi sa che è ancora notte
e di te non sa cosa farsene.

venerdì 30 dicembre 2016

ULTIMI GIORNI.


Un anno che va via,
porta con se i brividi della pelle,
mentre per chi resta...resta il pianto.
Quante gocce salmastre
scendono sul viso in cerca di un perchè.
Odo ancora i botti maleducati
che hanno infranto il sorriso
e l'odor di festa
di quest'ultimo dicembre.
Natale dei mercatini e delle ossa rotte.
Quante inutilità nella mente dei diversi.
Natale è fatto per dimenticare.
Natale è fatto per accettare
le ferite in fondo al cuore.
Sciocco chi ha deciso di buttarsi via.
Natale è fatto per ritrovarsi,
non per umiliarsi.
Vorrei che fosse sempre Natale
ad illuminare il viso.
Di quei botti che ho sentito
resterà solo fumo e lacrime
di quest'anno che va via.

sabato 17 dicembre 2016

OGGI SARA' DIVERSO.


Stamattina sarà diverso,
il sole sorgerà più tardi:
Sarà la luce che brillerà per sempre.
Sarà la voce che ti spronerà sempre.
Sarà la forza che ti sosterrà sempre.
Sarà una stella in alto al cuore.
Sarà un pensiero fisso: Amore.
Avrà per sempre un nome,
per te perderà l'accento,
sarà sempre e soltanto 

sarà Sara.

INTONACI DISPERSI.


C’è un muro della mia vita
dove a stento si leggono
tante date sovrapposte.
Le morti di oggi
coprono quelle di ieri
e le dita delle mani
intente ad asciugare
lacrime incredule
che ci dicono:
Non basta correre
per sentirsi più veloci.
Tu puoi anche sorpassarmi
come un lampo
ma poi ci devi arrivare
laggiù al traguardo
per poter dire:
Ho vinto, ci sono anch’io.
Ci sono macchie indelebili
su un muro della mia vita
che si chiedono ancora.
Perché non vivi?

Perché non ci sei anche tu?

mercoledì 14 dicembre 2016

A volte ci penso....Costantino Posa


La vita è
come un treno
che passa veloce.
Ce la fa solo 
chi sale su.
Gli altri aspettano
che da lassù
qualcuno
li riporti a casa.